giovedì 22 settembre 2011

IL VESTITO DELLA SPOSA

Dettagli curati, qualità e raffinatezza sono le propriètà distintive si ogni vestito da sposa. La qualità artiginale del prodotto e la varietà delle rifiniture hanno un notevole effetto finale. Collezioni importanti dei colori, dalle rifiniture e accostamenti di tessuti sempre nuovi e originali testimonianza della migliore tradizione italiana.
Ciascuna ha il suo stile, se si vuole arrivare al romantico lieto, occorre senso pratico, la scelta dell'abito giusto è da affrontare cercando di avere le idee chiare. Prima di tutto, l'abito nuziale deve essere in sintonia con tutti gli altri elementi del matrimonio. Di conseguenza dipende dall'età della sposa, dal tipo di cerimonia per cui si opta - in chiesa o in municipio - dal luogo, dall'ora e dalla stagione dalla moda e, naturalmente, dal proprio fisico. La regola della semplicità come punto d'arrivo, per parafrasare Oscar Wilde, non va mai persa di vista. Non vale la pena di sottolineare, proprio quel giorno, i nostri punti deboli. Non scegliamo nulla, dunque, che non ci renda belle: il tubino, 'abito a sirena, lo scollo omerale dovranno andare d'accordo con la nostra silhouette. Ad aiutare nella scelta, le prove durante le quali saranno valutati taglio, foggia, tessuto, dettagli e via dicendo, guardandovi allo specchio con un certa spietatezza (anche di schiena). Il classico bianco e sempre il colore leader, ma anche l'avorio rimane una valida alternativa. Il pizzo assicura sempre un tocco prezioso, cosi come gli strass, i fiocchi e, naturalmente, i classici fiori. E lo strascico ? Può essere breve, solo qualche decina di centimetri, a pannello, in tessuto identico a quello dell'abito, a volant o con doppiatura di pizzo.

0 Comments: