sabato 3 luglio 2010

LE PIANTE CHE RESISTONO SOTTO AL SOLE


Durante l'estate, sono poche le piante che sono in grado di resistere al sole cocente, la prolungata siccità si abbina a temperature termiche che possono arrivare anche a 45°c. Insieme alle alte temperature, la forza di radiazione solare è l'intensità della luce provocano una evaporazione acqua e una attiva traspirazione delle piante, che, per ridurla, devono ricorrere a strategie che variano a seconda della specie e delle circostanza. Le prime a soffrire sono le piante erbacce che, prive di tessuti lignificati, non hanno modo di arginare la perdita dell'acqua per traspirazione dal calore stagionale. I primi meccanismi di divesa messi in atto dalle piante riguardano proprio le foglie, quelle pelose o lucide sono più resistenti al caldo una colororazione bianca o grigia, una copertura feltrosa, sono altri stratagemmi di grande efficacia per riflettere la luce. E' il caso dei Papaveri, degli Elicrisi, delle Santoline. Ci sono poi anche le piante a RISPARMIO IDRICO come l'iperico che prospera in qualsiasi situazione, ama il caldo e il freddo, sta bene nei terreni aridi e si riempe di corolle grandi, gialle e vistose. La Portulaca che è anche una succulenta, dal portamento tappezzante, a manuntezione zero vuole solo il pieno sole e un terriccio ben drenato, per tutta l'estate produce numerosi fiori variopinti a rosellina con petali stropicciai che si chiudono all'imbrunire della sera. Ma i campioni di resistenza sotto il sole sono la Boungavillea che cresce bene con un clima temperato caldo, mentre non resiste al gelo, il Convolvolo una perenne strisciante che resiste benissimo al caldo, ideale per terreni sabbiosi resistentissima alla siccità. La Dimorfoteca una bella margherita decorativa a bassa manuntenzione, ideali per i giardini e le terrazze al mare, dove fiorisce ininterrottamente in vari colori da aprile ai primi geli, gradisce il pieno sole e tollera un irrigazione scarsa e saltuaria. L'Euphorbia characias non teme la siccità, ma se viene irrigata con regolarità produce cespugli imponenti. L'Erygium rustica e facilissima da coltivare , ama il pieno sole e i terreni ben drenati dalla strana infiorescenza a forma di stella con brattee argentate viola e azzurro.

0 Comments: