giovedì 14 gennaio 2010

PREZIOSA MA DELICATA




Con i suoi colori densi di mistero e le sue straordinarie foglie l’orchidea Vanda è come “Il paradiso orientale dei paesi Buddisti ”. Le sue radici sottili e forti sono sospese nell’aria. La Vanda dona una gioia infinita alla vostra casa.

La Vanda è una pianta veramente unica con le sue radici che sono quasi sospese nell’aria. Solo piccole estremità delle radici sfiorano il muschio o lo sphagnum, alla base del vaso di forma ovale.

In natura la Vanda ritiene tutte le sostanze nutritive dalla rugiada mattutina che si deposita nelle sue radici con i primi freddi oppure dalle piogge.

Il modo migliore per innaffiare l’ orchidea è di nebulizzare le radici e di tenere umido o bagnata la parte superiore all’estremità del vaso.
La Vanda apprezza molto la luce, ma non ama essere messa a contatto diretto con i raggi del sole, per crescere bene, ha bisogno quindi della luce giusta. Esse prediligono molta luce, ma non possono rimanere esposte alla luce diretta del sole, per un lungo periodo. Se ricevono troppa luce, le foglie della pianta diventeranno pallide, si coloreranno di verde chiaro e potrebbero formarsi delle macchioline di bruciatura sulle foglie. Inoltre le foglie potrebbero avvizzirsi. Troppa poca luce farà invece colorare le foglie di verde scuro. La pianta quindi non fiorirà più. Quando il fiore Vanda si apre ha un colore pallido. Se la pianta riceve molta luce, il colore del fiore avrà una bella tonalità più chiara. Trascorsi 10 giorni i fiori saranno completamente cresciuti
Il modo più semplice per dare dell’acqua ad una pianta Vanda, è quello di metterla in un vaso. Riempire di acqua il vaso due volte alla settimana nei periodi soleggiati e caldi ed una volta alla settimana nei periodi nuvolosi e freddi. Quando si riempie il vaso di acqua, usciranno delle bollicine d’aria dalle radici della pianta. Questo perché le radici assorbono l’acqua come una spugna. Dopo circa 30 minuti non compariranno più le bollicine d’aria e le radici saranno sazie. Quindi togliere dal vaso l’acqua rimasta. Così facendo, le radici avranno assorbito sufficiente acqua anche per i giorni successivi. In inverno, quando la pianta è a riposo, è meglio non darle niente. La bellissima Vanda preferisce temperature tra i diciotto ed i ventiquattro gradi e sarà molto infelice se messa in ambienti freddi al di sotto dei dodici gradi.

0 Comments: