martedì 7 aprile 2009

CINERARIA


Comprende circa 3000 specie di piante dalle caratteristiche più svariate: erbacee annuali, biennali e perenni; suffruticose, rampicanti, arbustive e arboree; succulente sempreverdi, adatte alla coltivazione in serra. Le specie sono rustiche, semirustiche o delicate e possono essere coltivate all’aperto (per bordure e siepi o per coprire terreni) o in vaso (in appartamento o serra)
Nome comune: Cineraria.
Genere: Senecio.
Famiglia: Compositae (Asteraceae).
Etimologia: dal latino “senecio”, derivato di senex, per la peluria bianca che formano i capolini una volta sfioriti.
Provenienza: sono presenti in tutte le regioni del mondo.

Esigenze ambientali, substrato, concimazioni ed accorgimenti particolari

Temperatura: per geminare la pianta abbisogna di una temperatura di circa 20°C, ma sopporta male temperature troppo elevate. La temperatura ideale è intorno ai 16°C.
Luce: ha bisogno di una buona illuminazione ma non deve essere esposta ai raggi diretti del sole.
Annaffiature e umidità ambientale: annaffiare abbondantemente e di lasciare asciugare la superficie del terriccio prima di annaffiare di nuovo. La pianta ha bisogno d'umidità, ma fare attenzione che il vaso non sia perennemente a contatto con l'acqua.
Substrato: terra fibrosa di giardino con l'aggiunta di terra di foglie ben decomposte, torba e sabbia

0 Comments: