domenica 28 settembre 2014

PASSIFLORA



Un insolito fiore viene ospitato in molti giardini è un rampicante molto diffuso tanto da essere considerato a volte un corposo infestante. Di solito le corolle selvatiche hanno corolle costituite da cinque petali, cinque sepali e da una meravigliosa corona di filamenti,  che hanno la funzione di attirare gli insetti impollinatori, sopra i quali si ergono (che bella parola) tre signo e cinque antere. Il suo aspetto di certo non passa inosservato ma la Passiflora si contraddistingue anche e spesso per le foglie di un verde intenso e dalla forma bilobate a tre cinque fino a nove lobi.
La passiflora amano il sole pieno grazie al quale immagazzinano molta energia, non sono particolarmente esigenti in fatto di terreno ma mescolando torba e pomice oppure aggiungendo al terriccio universale qualche manciata di pomice lo rendono ben drenato e adatto alla varietà. Somministrando un concime liquido pe piante fiorite con un tenore di fosforo e potassio più alto rispetto a quello dell'azoto stimolerà la fioritura. In alternativa si può usare un fertilizzante da terra da lenta cessione. Non sono esigenti in fatto di irrigazioni sopportando anche brevi periodi di siccità. La passiflora di può riprodurre per seme dalla primavera all'inizio dell'autunno. Per facilitare la germinazione di lasciano i semi per due giorni in acqua, quindi sistemati in vasetti con sabbia e torba in parti uguali. Quando le piantine emettono due foglie o tre foglie si potranno piantare in vaso o in piena terra.

1 Comment:

Gelsomina said...

Grazie mille per i consigli, questa e´una delle mie piante preferite, i fiori sono stupendi; infatti avevano anche affascinati i primi pellegrini che "scoprirono" questa pianta, vedendo nel fiore una raffigurazione di cristi in croce. Effettivamente la natura e´davvero formidabile ed immensamente sorprendente.