giovedì 26 settembre 2013

ODORE DI PIOGGIA, PROFUMO D'AUTUNNO


Odore di pioggia, profumo d'autunno, questa mattina piove e anche forte, sollievo materiale dall'arsura , dalla fatica di innaffiare, ma soprattutto da inspirare perchè la terra dopo tanto rattrappirsi e patire, con la pioggia torna viva, sprigiona profumi rimasti sospesi come il strofinare le foto tra le mani e assoporrne l'odore. Questa apertura olfattiva sollecita le narici l'umidità è essenziale per la trasmissione degli odori. L' odore dell’erba è diverso da quello trasmesso dalla foglia di un girasole. Per sentire meglio il profumo basta respirare l’aria quando è appena passato il tagliaerba. Non è facile da descrivere, l’odore è forte, fresco, un po’ bagnato... Ma ci da un’ottima idea dell’odore verde.All’aria aperta esistono altri odori verdi, come gli steli e le foglie degli alberi. La thuya ha un odore un po’ amaro, gli aghi di pino e di abete hanno un odore più dolce, un po’ di resina. Nel bosco possiamo trovare del muschio. Il suo odore è più secco, meno dolce e ricorda la foresta. Alcuni alberi hanno foglie verdi molto profumate. Bisogna cercarle e provare assolutamente a sentirle. C’è la foglia di fico che ha un odore dolce quando la si spezza sulla mano : è verde e sa anche un po’ di latte e di noce di cocco. Anche le foglie degli alberi di agrumi, come il limone, hanno un buonissimo odore. Qui bisogna grattare, invece, con l’unghia sotto la foglia : è un odore fruttato che ricorda l’odore della verbena, un’altra pianta verde da scoprire. L'odore aria da luogo a luogo, anzi da foglia a foglia come abbiamo visto, in un bouquet composto di fiori si percepisce quello dei petali, delle corolle e del verde che lo compone delle fragranze un po come sentire l'estate rinascere.

0 Comments: