Passa ai contenuti principali

NUOVE TENDENZE LE ROSE VARIEGATE SI FANNO NOTARE IN TUTTE LE MOSTRE MERCATO

Le rose variegate appartengono ai più svariati gruppi botanici, galica, bourbon, floribunda, bridi di tea, e rampicanti. Ognuna si comporta quindi in modo diverso a seconda del gruppo di appartenenza. Semplici, doppie o piene, le corolle possono avere diversa forma e compattezza. Spesso inoltre i colori delle variegature mutano passando dallo stadio di boccioli a quello di fiore aperto, moltiplicando cosi l'effetto multicolore. Ogni anno molti ibridatori guardano con interesse alle diverse tendenze del settore, pensando a quale colore possa stimolare le maggiori vendite, aspettando il colore scelto da Pantone, quest’anno è un arancio-rossastro, che dovrebbe stimolare lo spirito e farci recuperare un po’ di energie.' Pantone è l' autorità mondiale nel colore e fornitore di standard professionali di colori per tutto il settore del design, una raccolta di tendenze che fornisce i prossimi trend in tema di colore, supportando i designer nella scelta delle giuste tonalità e combinazioni per l’arredamento di case o spazi interni. Come in altri campi anche nei fiori il floricoltore guarda con interesse a questo tipo di tendenze, sopratutto nelle rose, che sono i fiori maggiormente usati con cui deliziare le nostre fantasiose composizioni. Il tutto avviene lentamente a volte ci vogliono anche più di cinque anni, trovare il colore uguale non è impresa cosi semplice, ci vuole una forte passione e l'amore ad arare e seminare, a trasformare il terreno in una spettacolare distesa di rose. Un esercito di rose che dopo essere state sapientamente ibridate e sistemante una a d'una ricevono l'ok da parte del consumatore. Colori, forme e tessiture si mescolano armoniosamente grazie alle capacità di mani esperte, togliere i petali alla rosa scelta come madre, prima che il fiore si apra, quindi eliminare tutte le antere col polline, per evitare che si autofecondi. Nel frattempo si sceglie un fiore come padre, si tolgono anche a lui tutti i petali, fino a scoprire le antere col polline. Quando il fiore da fecondare è preparato e ricettivo (la parte femminile diventa lucida, umida) si applica il polline che aderisce immediatamente. Nel giro di poche ore, se tutto va bene, il fiore è fecondato...alcuni applicano per sicurezza il cappuccio di carta ancora per qualche giorno...ma non tutti lo fanno e si valuta che molto difficilmente altro polline potrà fecondare il fiore dopo che noi lo abbiamo impollinato. La rosa scelta per quest'anno è la rosa Iguana, proveniente dall'equador che si contraddistingue per enormi spine a forma di ali, rosso traslucido da giovani. Le corolle sembrano dipinte a mano, con lunghe pennellate multicolori quasi a far invidia alla rosa Mundi, la piu famosa rosa variegata del passato di cui si ha notizia. Le variegature, ovvero le sovrapposizioni di colore diverso rispetto a quello di fondo del petali, compaiono per mutazione genetica, oppure venire create a hoc con l'incrocio di varietà i cui antenati abbiano avuto un po di "sangue variegato".

Commenti

Post popolari in questo blog

ANTHURIUM A 360 GRADI

Come pianta da camera, negli ultimi anni l'Anthurium ha subito uno sviluppo profondo, sia in termini di struttura, dimensioni del vaso, durata, che di colore, forma e dimensioni del fiore.
Per questo l'Anthurium da vaso si è sviluppato fino a diventare una pianta adatta a qualsiasi ambiente, da un locale arredato in stile moderno a uno classico, da un ambiente di lavoro a uno domestico.

Consigli per la cura: Molta luce, ma non sole diretto;Temperatura ambiente (non sotto i 17°C);Annaffiare due volte alla settimana (più o meno 250 ml di acqua tiepida);Concimare ogni tre settimane. Importante annaffiare uniformemente e con regolarità (non lasciare mai seccare troppo la pianta, e nemmeno annaffiare troppo)
Non annaffiate troppo (troppa acqua danneggia le radici. Le foglie diventano gialle invece che verdi). Non annaffiare poco (troppo poca acqua frena la crescita e lo sviluppo dei fiori nuovi).


Le macchie marroni sulla foglia dell’Anthurium possono avere diverse cause:
terreno troppo…

CICLAMINO FAQ

Dove sistemare i ciclamini, in casa o sul terrazzo? Quali sono le posizioni da evitare ?Sistemate i ciclamini in un locale luminoso, ma al riparo dal calore.
Il ciclamino in vaso ha bisogno di luce, e va protetto dai raggi solari diretti. Preferisce ambienti freschi. Per prolungarne la fioritura, potrete sistemarlo nel soggiorno, vicino ad una finestra, preferibilmente non orientata a sud e, soprattutto, lontano dai radiatori. Stanze fresche, camere da letto, ingressi o vani delle scale rappresentano spesso ambienti ideali per il ciclamino. Per conservare più a lungo la vostra pianta, potrete anche metterla fuori, di notte, scegliendo un adeguato riparo nelle regioni più fredde. Infine, sulla vostra veranda, il ciclamino si troverà come nella serra dell’orticoltore.
Come va innaffiato il ciclamino ?1) Potrete annaffiare il ciclamino dall’alto, con un innaffiatoio a collo lungo, sul bordo del vaso, evitando di bagnare il bulbo situato al centro della pianta. Basta innaffiarlo …

LA MIGLIORE STAGIONE DELLE ORTENSIE

La stagione ideale per piantare le ortensie è la primavera, quando non vi sia più pericolo di gelate o l’autunno, nei climi più caldi. Evitare comunque di piantare in una giornata particolarmente rigida o di vento freddo. La condizione migliore è quando, dopo la pioggia, il terreno è friabile e umido.
La buca va scavata di dimensione doppia, sia in larghezza che in profondità, della zolla da piantare. Deporre sul fondo dello stallatico ben maturo o del composto. Riempire con la terra dello scavo, alla quale si sarà aggiunto sabbia o composto di foglie, per aiutare la ritenzione dell’acqua. Bagnare abbondantemente. Una buona pacciamatura, attorno alla pianta, aiuterà a mantenere l’umidità desiderata. Controllare, nei giorni successivi, se la pianta dà segni di sete: in quel caso bagnare copiosamente. Se si pianta l’ortensia in mezzo al prato, lasciare un anello di terra nuda attorno al piede del cespuglio, perché le sue radici non soffrano la concorrenza di quelle dell’erba. Man mano ch…