martedì 6 dicembre 2011

DICEMBRE IL MESE DELLA STELLA DI NATALE

 
Il natale porta con sè voglia di casa e di festa, davvero uniche, che spesso ci inducono a creare un'atmosfera accogliente fatta di colore e di calore. Accanto al tradizionale albero di Natale, già di per sè festosi con luci di giochi cromatici e lussureggianti palline di natale. E' anche il trionfo del rosso e dell'oro, che si accostano al verde, al bianco e all'argento per dare vita ai colori della festa. Il dettaglio, in questi giorni, acquista un'importanza fondamentale, la casa si riempe di simboli che riportano in mente il natale e le sue tradizioni. Piccoli gesti per attimo indimenticabili, si può cominciare attaccando una ghirlanda alla porta sono cosi belle e divertenti, che dispiace sempre doverle riporre, a feste finite. Potere optare per una ghirlada monocroma, tutta di vischio verde, oppure preferire il classico abbinamento di rosso e verde scuro con le tempestine di neve, per i più fantasiosi, c'è sempre l'opzione del salice intrecciato, semplice pulito e pronto da addobbare a piacimento. Ma un natale senza albero e come un dolce senza sapore e allora è estremamente importante farlo decorativo e luminoso, composto da sfere di grandezza decrescente, di colore rosso e verde che gli conferiscono vivacità e allegria. Può essere anche glamour utilizzando ad esempio dei vasi a colonna, valorizzano al massimo la bellezza e la luce di un albero di Natale. Per il tavolo l'oro e il rosso sono i colori del Natale per antonomasia. Conferiscono alla tavola un sapore unico, una gioia di stare insieme e un'eleganza esclusiva, proprio seguendo la tradizione nelle tavola delle feste non deve mancare Agrifoglio e l'Abete per trasformare il pranzo natalizio in un momento di vera gioia e di letizia. Molta apprezzata e amata come simbolo del Natale è la Stella di Natale, nessun altro fiore è capace di brillare di rosso nella settimana festiva del mese di Dicembre e Gennaio. La Poinsettia, Euphorbia pulcherrima, il vero nome di questa pianta straordinaria che comprende piante ornamentali con corona di spine e piante succulente. Il nome del genere, Euphorbia, deriva dal greco medico Euphorbus e include molte erbe e arbusti che hanno una linfa lattea. Il nome pulcherimma, viene dal latino aggettivo Pulcro, il che significa bello o bella. Il rosso appariscente, spesso confuso con i fiori, sono invece le foglie del fiore, i veri fiori sono dei piccoli pistilli, verdi e gialli. Il colore più conosciuto nella poinsettia è il rosso, ma vi sono numerose sfumature di bianco, rosa e combinazioni di colori. Per rifiorire la Poinsettia richiedono 14 ore di buio completo ogni giorno per 6 a 8 settimane prima della fioritura. Qualsiasi interruzione di questo periodo buio può ridurre o impedire la fioritura.

0 Comments: