venerdì 11 febbraio 2011

CALENDULA "FIORRANCIO"


Il suo nome comune è fiorrancio perchè il colore dei capolini, dall'aspetto rustico e allegro, è identico a quello delle arance. La Calendula officinalis è il vero nome scentifico della pianta, dal latino calendae, "il primo giorno del mese", in riferimento al fatto che dove il clima non è rigido questa specie sboccia per quasi tutto l'anno, una volta al mese. La calendula presenta fiori di un colore che va dal giallo zafferano all’arancione intenso e per questo motivo è stata spesso usata come sostitutivo dello zafferano. Una pianta rustica e resistente, che si può trovare praticamente tutto l’anno e che possiede molte proprietà terapeutiche. Può essere coltivata senza difficoltà sul balcone o nel giardino. Fiorisce da aprile ai primi geli, la si coltiva in vasi o per aiuole e bordure. La pianta è utilizzata anche in erboristeria con proprietà lenitive e antifiammatorie e per questo motivo è molto utillizzata nella preparazione di oli e creme.

0 Comments: