mercoledì 21 luglio 2010

NASTURZIO PER LA TAVOLA DEGLI SPOSI



Sebbene il fatidico "SI" costi qualche ora di attesa, questo periodo di tempo e breve se confrontato con quello riservato al pranzo di nozze: da quattro a otto a dieci ore, talvolta un giorno intero, fino anche a qualche settimana (dove esistono ancora tradizione inossidabili). un eternità per molti invitati, per altri l'ennesima prova di "passione". Unico passatempo per gli ospiti, oltre alla degustazione delle portate, quello di correre con gli occhi sulla MISE EN PLACE della tavola o della scenografia della. A questo punto possiamo giocare con i fiori di stagione, lasciando per una volta perdere quelli raffinati come le rose o le orchidee e puntare decisamente su quei fiori dai colori vivacissimi in giallo, ARANCIO e rosso. Ad esempio si possono utilizzare i fiori del NASTURZIO una perenne dal portamento strisciante o rampicante, i cui fiori e le foglie dal sapore lievemente aspro con una nota piccante, possono essere usate nelle insalate aromantizzando anche salse, pesci e carni bianche, decorano TORTE, dessert e macedonie di frutta. Il fiore infatti è interamente commestibile, i frutti si possono conservare sotto aceto come i capperi e i tuberi si possono consumare lessati. Il nasturzio arriva nel vecchio continente nel Seicento e, grazie alla sua ricchezza di vitamina C, e ancora oggi il nasturzio si utilizza in erboristeria come integratore vitaminico e per le sue proprietà anti batteriche. Ecco perché stanno diventando sempre più di moda i matrimoni a KM 0 , dove non solo a tavola , ma anche nelle decorazioni si riscoprono fiori e vegetali dimenticati, ma che fino a qualche decennio fa, erano la base di feste e cerimonie

0 Comments: