giovedì 12 novembre 2009

NUOVE VARIETA' DI KALANCHOE

La Kalanchoe è originaria dell’Africa occidentale, del Madagascar e dell’Asia Sud-occidentale, la maggior parte delle cultivar di Kalanchoe discendono dalla famiglia delle

Crassulacee e facenti parte delle classe delle piante acquatiche. Una delle caratteristiche specifiche della Kalanchoe è che la pianta, grazie alle sue foglie carnose, può immagazzinare moltissima acqua. Per questo la pianta dispone di una protezione interna contro periodi più secchi che si verificano nei paesi di origine, ottima quindi per essere coltivata sia appartmento che all'esterno.
Attualmente viene coltivata la cosiddetta Kalanchoe botanica, ossia la Kalanchoe di serra. Quest’ultima è una selezione perfezionata della Kalanchoe Blossfeldiana, da cui prende il nome dal coltivatore tedesco Herr Blossfeld, che per primo commerciò queste piante nel 1932. La Kalanchie è resistente al sole e pertanto può essere sistemata in un posto soleggiato. Assicuratevi che la pianta sia tenuta ad una temperatura compresa tra i 17 e i 25 gradi, annaffiando la piantina ogni 2-3 giorni. Non tagliate i fiori appassiti! Se infatti li lasciate stare, entro 3 mesi la pianta rifiorirà magnificamente!

0 Comments: