mercoledì 18 novembre 2009

IL BELLO DEL GIARDINO IN INVERNO


Fa freddo, dalla felpa di cui parlavo sabato mattina sono passata a felpa + giubbettino di jeans…di questo passo tra poco cappotto e stivali e poi piumino addosso e piumone nel letto..insomma in pochi giorni a volte gli scenari possono cambiare sensibilmente. Sto leggendo un sacco in questi giorni, complici un paio di brutte giornate e un week end trascorso in atteggiamento letargico con accenni influenzali, per riprendermi latte caldo miele e tanto vixines.

Alberi dalle cortecce colorate, arbusti con rami dalle tinte vivaci, sempreverdi con fiori e frutti, bulbi precoci, erbe, perenni....Sono così tante le piante che possono creare interesse nel giardino e dare gioia durante la lunga stagione invernale. E' possibile godere di un momento cosi traboccante di poesia giocando sui colori rossi e bianchi che la natura autunno-invernale ci offre. Abbiamo a disposizione tanti frutti e molte foglie dalle tinte inattese e dai dettagli ricercati che diventano ancor più speciali abbinati con i fiori di stagione. Non mancano le cortecce bollenti dei salici, dei cornioli, dei rovi con la corteccia appunto colorata che illuminano il giardino e la casa invernale come fuochi scoppiettanti. Anche la stagione più spenta può essere accesa con tutta l'allegria del colore delle bacche delle cortecce, dei rami, delle foglie e perfino dei fiori. Un momento unico laddove una diversa concezione della vita all'aria aperta e del verde danno origine a mirabili realizzazione, da cui trarre ispirazione, anche per le spose.

Rosso: fin dall'antichità, il colore dell'amore ardente, del fuoco , del sangue, del potere, della ricchezza e della vita stessa. Nella gamma cromatica, il più caldo, dirompente, audace, In giardino, il più difficile da utilizzare che lo si definisce un'esclamazione, visibile da lontano misterioso e intenso da vicino. Dominante e aggressivo, avverte, va dosato e accostato alle altre piante con molta attenzione, Se infatti con i fiori bianchi, rosa o blu, ad andare male si ottengono composizioni poco efficaci, ,a comunque piacevoli, con i rosso come pure con i gialli e gli arancioni, il risultato può invece essere sfacciato o, alla lunga, stancante da guardare.

Non in inverno tuttavia nella stagione quieta, durante la quale i giardini si addormentano avvolti nel bianco di nebbie, brine o neve, il rischio di eccedere diminuisce a il rosso diventa anzi un prezioso alleato, qualche pennellata inserita qua e là, in una bordura, un 'aiuola, una macchia di arbusti , accende infatti importanti punti di interesse, riuscendo a ravvivare l'intero giardino. Madre natura, con in po' di aiuto da parte di ibridatori, ci mette a disposizione una vasta scelta di piante che proprio in questo periodo indossano, o rilevano, qualcosa di rosso frutti, foglie, cortecce e perfino fiori, declinato nelle sue innumerevoli sfumature. Affinché tali particolari risaltino al meglio, vanno accompagnati da toni più pacati, che ne costituiscono lo sfondo. Specie e varietà caratterizzata da un veste invernale verde o bianca per fogliame persistente o ancora una volta, per le cortecce, le bacche, le corolle. Ed ecco che il giardino risulterà anche in inverno ricco di suggestioni, colori, dettagli da scoprire con una strizzatina d'occhio allo spirito natalizio non basta forse un rametto di Agrifoglio dalle allegre bacche fra le lucide foglie, per respirare aria di natale. Cominciamo perciò la nostra panoramica proprio dalle bacche, che oltre a rallegrare il giardino d'inverno, costituiscono un 'importante fonte di cibo per uccelli e altri animaletti. Brillano su rami come pendenti di corallo, ancor più se impreziosite dalla brina, quelle di molti arbusti decidui: Rose glauca, Biancospino, Evonimi, Viburni e Berberis mentre luccicano come perle bianche quelle della Sinforina (symphoricarpos). Bacche di tutti i colori, frutticini rossi, riuniti in fitti mazzetti penduli, caretterizzanno anche piccoli alberi a foglia, come sorbi e meli ornamentali. Tra gli arbusti sempreverdi, spiccano per abbondanza e la grazia della frutticazione nei toni del rosso tanti Cotoneaster, i cui rami addirittura si curvano al peso della bacche, agrifogli magnifico in particolare l'Ilex aquifolium per il luminoso fogliame bordato di bianco e utili tappezzanti come anche le skimmia la cui varietà ha invece bacche color crema. A proposito di foglie oltre alle tante variegate di bianco, Euonymus fortunei, Edere, Pittosfori daranno utili e suggestive nella pallida luce invernale, anche quelle rosso porpora di certe Euphorbie e Bergenie. Alle corteccie che in inverno acquistano finalmente il meritato risalto non si possono trascurare quelle rosse scuro lucido del Prunus, rosso arancio dell'Acero, bianco abbagliante, crema o argentato solcate da segni scuri o rossici delle tante Betulle. Tra gli arbusti presentano scorze nelle diverse sfumature del rosso i salici, impreziosite da tenere gemme bianco-argentate dai Cornioli e il rovo ornamentale del Rubus, mentre sono bianco calce quelle di Rubus biflora tutte e tre da scoprire. Infine i fiori che sbocciano in inverno dalle candide corolle di Lonicera, del Viburno, dell'Albicocco giapponese, degli Ellebori, dei Bucaneve e tanti tantissimi Ciclamini, Crochi ed Eriche. Come pure i fiori delle numerose Camelie bianche o rosse a piacere,

2 Comments:

Anonimo said...

Sono iscritta da qualche tempo all tua newsletters e adoro il tuo modo di descrivere
la natura e di vedere del rinnovamento entusiastico nelle cose che ci tramanda da secoli!!!
Tra le tue parole si percepisce un'amore x tutto ciò che ci offre e dl desiderio di assecondarla al meglio.
I tuoi articoli e consigli sono sempre molto interessanti!!!
Grazie, saluti Marika (Torino)

Fiorista Mariangela said...

Grazie di cuore Marika!