martedì 2 giugno 2009

BOUNGAVILLEA

(La foto è stata scattata da Fiorenza)
E' importante scegliere posizioni riparate da venti freddi, e soprattuto in pieno sole. Il terreno per coltivare questa pianta Sudamericana dovrà essere fertile, fresco e profondo, con una buona percentuale di sabbia, in grado di assorbire ed eliminare l'acqua in eccesso. La pianta va messa a dimora in primavera, facendo attenzione a non danneggiare l'apparato radicale della pianta piuttosto delicato.
Le buganvillea vanno irrigate frequentemente durante i mesi caldi quando, ogni 10-15 giorni, si somministrerà un fertilizzante liquido. Durante il periodo di riposo nei mesi invernali, invece, se le piante sono coltivate all'aperto, non sono in genere necessarie altre somministrazioni d'acqua.
In febbraio si recidono i germogli di circa un terzo e si diradano i rami, così da favorire una buona circolazione dell'aria e della luce all'interno del cespuglio. Quando il freddo sarà terminato, si eliminerà i rami secchi, deboli o danneggiati dal gelo e si sospenderanno temporaneamente le innaffiature per stimolare la pianta a fiorire

0 Comments: