giovedì 12 marzo 2009

LA CURA DEL DENDROBIUM


Il Dendrobium è originario delle foreste pluviali dell’Asia, luogo questo in cui sviluppa le altezze maggiori.
In natura cresce sugli altri alberi, è infatti una pianta epifita le cui radici si avvinghiano sugli alberi. A questo punto è facile capire perché si chiama Dendrobium? ‘Dendros’ significa albero e ‘bium’ deriva dal vocabolo latino ‘vita’.
La maggior parte delle orchidee hanno uno o due steli chiamati ‘gambi ‘. Sui gambi troviamo i fiori che, nella parte superiore dei bellissimi gambi, crescono oltre le foglie. L’unica eccezione è fatta dal Dendrobium Nobile, i cui fiori non oltrepassano le foglie.
Il Dendrobium Ema ha una specifica peculiarità che la distingue da tutte le sorelle, per fiorire di nuovo non ha bisogno di alcun periodo di riposo. Dal momento in cui inizia la crescita di nuovi steli la sua fioritura sarà ininterrotta da maggio fino a dicembre.
La vostra pianta, così come tutte le orchidee, vi invita ad essere molto creativi. Prendete un vaso che sia robusto e mettetelo in un luogo luminoso, per esempio su un tavolo da ricevimento molto classico. O mettetele in gruppo sul davanzale interno della vostra finestra.

Posizione
Il vostro Dendrobium ama ricevere moltissima luce. Non mettetelo però senza alcuna protezione al sole diretto, appassirebbe subito.
Acqua e nutrimento
Le Orchidee sono molto facili da bagnare. Immergete il vaso in acqua tiepida per circa quindici minuti, fate drenare l’acqua in eccesso e solo dopo riportatela al suo posto.
Temperatura
Alte temperature non danneggiano il Dendrobium. Il Dendrobium Ema ha una sua peculiarità che la distingue da tutte le sorelle, per fiorire di nuovo non ha bisogno di alcun periodo di riposo. Dal momento in cui inizia la crescita di nuovi steli la sua fioritura sarà ininterrotta da maggio fino a dicembre.

0 Comments: