venerdì 1 febbraio 2008

FEBBRAIO NELL'ORTO E NEL GIARDINO

Febbraio
Febbraio, nelle giornate di sole aleggia nell’aria l’arrivo della primavera, le piante si preparano al risveglio, i bulbi messi a dimora in autunno incominciano la germinazione.
Con tempo permettendo, e su terreno asciutto si completano le lavorazioni del terreno, si iniziano le concimazioni di fondo, con concimi organici, si preparano le aiuole per le semine all’aperto, e i tunnel o le serre per le semine riparate. Sugli alberi e arbusti, si eseguono le potature, le concimazioni, e i nuovi impianti.
In questo periodo alla fine della stagione invernale, quando le condizioni climatiche lo consentono, si iniziano i primi lavori nel giardino o nell’orto in vista della buona stagione.


ORTO
Nell’orto, è consigliabile una concimazione di copertura in vista della ripresa vegetativa, sugli ortaggi seminati in autunno (cipolle, aglio, piselli), si eseguono o si completano le vangature o le lavorazioni di fondo del terreno, si concima con concimi organici e potassici.
SEMINE in serra: lattughe da taglio e da cespo, cavolo cappuccio, cicoria o radichietto da taglio, indivia, sedano, e porro
SEMINE in serra calda: Melanzane, pomodori, peperoni, zucchine, cetrioli, angurie e meloni.
SEMINE all’aperto: Piselli e fave, bulbi d’aglio, cipolla e scalogno, barbabietole, biete da taglio e da costa, carote, prezzemolo, rucola, e spinaci.

Sugli alberi da frutto coltivati con la pratica normale, che durante la passata stagione sono stati attaccati da parassiti e da malattie crittogamiche, è consigliabile eseguire un trattamento antiparassitario prima del rigonfiamento delle gemme.
Sempre prima del rigonfiamento delle gemme si eseguono le potature, (n.b. anche la potatura è una tecnica antiparassitaria biologica se eseguita sui rami che presentano un colore più scuro od opaco, infatti, in questi rami sicuramente sono presenti delle infezioni da crittogame, quindi asportandole limitiamo il danno o il propagarsi della malattia.), e si concimano.
A febbraio si inizia la messa a dimora di nuovi alberi e arbusti da frutto.

GIARDINO
Con tempo favorevole, questo è l’ultimo periodo per piantare i bulbi invernali (tulipani, fresie, iris, ranuncoli, narcisi, giacinti, ecc.), e si inizia la piantagione dei bulbi primaverili (lilium, gigli, amaryllis) si mettono a dimora le viole del pensiero e nelle giornate meno gelide, le primule veris.
Si concimano, e si potano gli arbusti da fiore foglia caduca (es. i rosai), e si iniziano i nuovi impianti.

Per i tappeti verdi che lo necessitano dalla seconda metà si incominciano le scarificature e l’arieggiamento, le concimazioni preferibilmente con un buon concime di origine organica pelletato o in polvere, per i nuovi impianti si iniziano le lavorazioni di fondo (vangature) e le concimazioni per le semine di marzo.

2 Comments:

Anonimo said...

Ma i bulbi inseriti nel terreno a febbraio come per esempio i tulipani andranno a fiorire nel periodo estivo oppure saranno più precoci?

Fiorista Mariangela said...

Le piante fiorifere bulbose possono essere divise in specie a fioritura primaverile e specie a fioritura estiva ed autunnale.
Le piante bulbose a fioritura primaverile producono fiori gia alla fine di febbraio e durante i mesi di marzo e aprile, quando il giardino è ancora spoglio.
La gran parte di queste piante è perenne e non teme il freddo, quindi sverna a dimora, in luogo soleggiato come i Crocus, i Bucaneve (galanthus nivalis), l'Anemone Blanda, l'Erythronium, il Ciclamino. Alcune bulbose a fioritura primaverile si possono forzare, in modo da ottenere i fiori in pieno inverno in casa come l'Amarillis ed i Ciclamini.
Le piante bulbose a fioritura estiva ed autunnale si pongono a dimora in primavera perchè temono il freddo. Molte di queste bulbose preferiscono essere interrate a poca profondità e tutte dopo la fioritura devono essere tolte dal terreno.
Sono bulbose a fioritura estiva l'Amarillis Belladonna e gli Anemoni.