giovedì 5 agosto 2010

COME E QUANDO BAGNARE



Nei mesi estivi e fino all'autunno, per far fronte al caldo e alla disidratazione delle piante da giardino si consiglia di praticare una leggera zappatura, serve a rompere la crosta del suolo, interrompendo la risalita capillare dell'acqua, che vale più di mille annaffiature. Se disponete di poca acqua per irrigare, la soluzione migliore resta quella della pacciamatura: pacciamare il terreno vuol dire stendere sul terreno una coperta spessa di materiale organico foglie, corteccie o paglia che dimunuisce l'evaporazione all'acqua . Per irrigare le piante in giardino e anche sul terrazzo ricorcatevi di preferire i sistemi di distribuzione dell'acqua (diventati molto economici) che somministrano la giusta quantità di acqua evitando sprechi inutili e soprattutto non bagnano la parte aerea della piante, suscettibile delle malattie fungine con l'aumento dell'umidità. Irrigate al mattino presto o alla sera, l'irrigazione serale è quella che viene assorbita meglio, e viene maggiormente trattenuta dal terreno rinforzando le piante, l'irrigazione mattutina è più indicata per le piante adulte.

1 Comment:

Millesentieri said...

Preziosi i tuoi post, davvero. Adesso che conosco il tuo blog vedrò di far tesoro dei tuoi consigli.
Continua così.
Ciao
:-)