martedì 27 luglio 2010

LE DOLCI FRAGANZE DEL GELSOMINO


NASCONDONO MURI E CANCELLATE, INGENTILISCONO ARCHI, PORTE E FINESTRE, RICOPRONO PERGOLE E GAZEBI, offrendo ombra e intimità. Molto utili in giardino, sui terrazzi i rampicanti soo ancora più preziosi, perchè a queste capacità va aggiunta la più importante: crescere in verticale, sottraendo quindi poco spazio laddove lo spazio è per l'appunto poco. Estroversi, rigogliosi e adattabili sono i gelsomini piante arbustive e rampicanti particolarmente attraenti nel periodo della fioritura (da maggio fino alla fine dell'estate) quando si coprono di migliaia di fiori, spesso di un intenso profumo. La coltivazione è abbastanza facile, basta assicurare loro un clima mite, un terreno fertile e una posizione riparata. Grazie al loro portamento si prestano a molti impieghi, sia in giardino che sul terrazzo; dalla sua essenza nasce un profumo conosciamolo insieme.
L'essenza al gelsomino è accentuata, decisamente orientale, ideale in bouquet da portare alla sera. Già utilizzata dai Persiani per profumare gli ambienti, è considerata euforizzante perchè stimola l'ipotalamo a produrre encefalina, un oppioide endogeno che inibisce il dolore e procura un senso di benessere, aiutando a superare depressione e apatia. Occorrono circa un milione di fiori raccolti all'alba per ottenere un chilo di essenza.
firma

0 Comments: