martedì 24 marzo 2009

MA COME SI PORTA IL BOUQUET?

A borsetta o a scettro, rotondo o cadente sono alcune delle forme di composizione che oggi solitamente si usano per creare bouquet particolari in chiave moderna e originale.
Le foglie e i fiori ci offrono la possibilità di giocare creando strutture di forma e dimensione a nostro piacimento ed assicurare un tocco prezioso e personale.


Ma come si porta il bouquet ?
La prima regola da rispettare è la naturalezza il braccio nel bouquet rotondo e cadente deve essere leggermente piegato non troppo attaccato al corpo. La mano deve impugnare senza forzare il manico deve ruotare in avanti, può essere impugnato con tutte e due le mani o solo con la quella di sinistra. Il bouquet cadente al contrario di quello rotondo può pesare molto di più, sia per la cadenza dei fiori verso il davanti, sia per la tecnica usata dal fiorista per assemblare il mazzo. Seconda regola un bouquet non deve mai essere capovolto specialmente, stretto contro il petto. Diversamente gli altri bouquet hanno più o meno il vantaggio di essere trasportati senza creare ulteriori problemi: è il caso del bouquet a borsetta dove il manico è realizzato da maniglie verdi o del meno impegnativo, bouquet da polso un vero gioiello. Rappresenta un tocco di novità, molto spesso le spose si aspettano di indossare qualcosa di insolito e con questa forma si ha senza dubbio la praticità e la facilità di portarlo, senza impedire in alcun modo i movimenti della sposa che, si sa, ha bisogno di movimento per tutta la giornata.

0 Comments: