mercoledì 23 maggio 2012

LA PIANTA DELLE TORCE

Mentre tra l'erba nuova che scintilla alla luce si raccolgono la valerianella e il tarassaco il giardino comincia a popolarsi delle erbacee perenni che le leggere brezze d'aprile e le infide gelate ci hanno fatto credere scomparse per sempre. Per i bulbi è il momento della resa dei conti,sopravvive ancora qualche Scilla isolata e qualche ciuffetto di muscari. Di tutte le altre le speranze sono limitate, anemoni, gigli, mughetti...nessuna tranne i robustissimi narcisi capaci di adattarsi a qualunque intemperia sono ormai prossimi alla sfioritura. Il giardimo si prepara lentamente alle fioritura delle erbacee perenni come la Kniphofia dai colori accessi del rosso ma anche dell'arancio e del giallo.
Siamo abituati a vederla fiorire in rosso, tanto che gli inglesi la chiamano pianta delle torce. Esiste però una Kniphofia la K.citrina che sorprende verso l'inizio di giugno con i suoi lunghi pennacchi gialli, alti 90cm. E' una pianta rustica resistente alle malattie e alle basse temperature anche fino a -10, questa erbacea perenne richiede un normale terreno da giardino e una posizione assolata oppure a mezz'ombra. Terminata la fioritura, le foglie sottili ingialliscono lentamente, ecco perchè conviene avvicinarla con altre erbacee come per esempio l'Achillea millefolium capace di nascondere i ciuffi ora meno ornamentali della Knipholia citrina.

0 Comments: