domenica 29 aprile 2012

COME UTILIZZARE IL ROSSO NELLE COMPOSIZIONI E IN GIARDINO


Acceso, caldo, vibrante, il rosso è per temperamenti che non amano compromessi. E' il colore più intenso da adoperare nei fiori e bisogna scegliere sempre si armonizzarlo con il passaggio di colore quindi dal rosso scuro, intenso e triste, la cui gamma di sfumature raggiunge, da un lato, il marrone, il mattone e il bordeaux e, dall'altro, il rosso carminio, il rosso ciliegia, il porpora, il viola e il blu, o il rosso vermiglio che stemepra in arancio, giallo sole e bronzo. Mai mescolare le due anime del rosso, pena un risultato strdente e confuso. Per il rosso scuro, occorrre la tendenza alla fredezza con colori che lo illumino, fiori viola deciso o bianchi, ma soffusi di rosa, fogliami porpora, bronzo, argento. Il secondo tipo do rosso è più facile, brillante, allegro e vitale, è allegeriritp, dal verde del fogliame, ancor più se nelle sfumature acide, e sta bene su sfondi arancio, in particolare, è radioso e trasparente e può essere accostato anche all'azzurro e al blu. In tutte le sue declinazioni, per non affaticare e venire meno, anche questo rosso vivace va usato con moderazione, in pennellate, sul fondo in grande spazio. come punto focale che avvicina e diminuisce la profondità. Fogliami rossi, porpora o bronzo contraddistinguono molte specie da giardino come il cotino, le bergenie e molte eucherie, alccune meli e ciliegi ornamentali, certi crespini, gli aceri giapponesi, dalie, canne indiane, dalvie e viole.

0 Comments: