giovedì 27 maggio 2010

PIANTA DEL MESE HIBISCUS ROSA SINENSIS



Giunto in Europa sponda asiatica nel 1731 questa bellissima pianta dalle foglie verde brillante e splendidi fiori dai colori accessi, il cui diametro può arrivare a misurare 15 cm, con stami e pistillo appariscenti e particolare. I fiori, che si aprono la mattina per richiudersi la sera, in un ciclo che può durare soltanto un paio di giorni ma, sbocciando in successione, fan si che la pianta sia sempre ornata di corolle, da aprile fino al termine dell'estate. L'Hibiscus sinensis ama la luce e l'insolazione diretta del sole, un meno quella delle ore più calde della giornata. Non tollera il freddo, quindi nelle regioni con inverni rigidi andrà ritirato all'interno, in locali con temperature di 12-13°. Una importante precauzione riguarda gli sbalzi termici, che andranno evitati, se non si vuole provocare la caduta dei boccioli. Le innaffiature, abbondanti e ripetute durante la fase vegetativa, non prima che la porzione del terriccio sia asciutta. Quindi è importante innaffiare con abbondanza, pena il veder appassire le foglie, lo è però altrettanto il non eccedere, evitando che l'acqua ristagni nel sottovaso. E' fondamentale concimare il terreno, ogni 15 giorni, con un fertilizzante liquido specifico per piante fiorite GRANVEDERDE CIFO. Il terreno più adatto per gli HIBISCUS al momento del rinvaso, deve essere ricco, fertile e poroso, costituito di buona terra universale, torba e sabbia. Il rinvaso va fatto a fine inverno, inizio primavera, utilizzando un contenitore leggermente superiore di quello vecchio.

0 Comments: