sabato 23 gennaio 2010

DA UN GETTO TANTE PIANTE



Come staccare e invasare i baby che si formano sui fusti delle Orchidee Dendrobium. Dopo la fioritura, può succedere che sugli internodi più alti dei fusti carnosi delle Dendrobium nobile nascono nuove vegetazioni. Ogni giovanissima piantina il baby o keiki in hawaiano assomiglia in tutto alla pianta-madre. La sua grande capacità di crescita è sorprendete, tanto che, a un certo punto, è logico chiedersi cosa ne faccio? Lo lascio li o lo stacco?.
I keiki vanno staccati basta afferrare i getti tra l'indice e il pollice, tirare verso il basso con un gesto deciso e toglierli dal fusto su cui si sono formati. Da una stessa orchidea si possono recuperare diverse piantine, le radici della Orchidee si aprono a raggiera alla ricerca di un appoggio su cui ancorarsi, sono avvolte da una membrana bianca, che capta ogni minima gocciolina di umidità. è terminano con un puntina verde che ne determina l'allungamento. Prima di invasarle, bisogna quindi mettere in ammollo qualche manciata di corteccia di conifera, perchè si impregni d'acqua, poi, con una mano si tengono sospese le piantine all'interno e al centro di un vaso di plastica, 3 è il numero giusto per un vaso di 11 cm di dm, e con la libera, si versano i pezzetti di corteccia facendoli scivolare fino in fondo e riempendo gli spazi tra le radici, senza pressare troppo come avviene per le piante normali perchè l'aria deve poter circolare. Si spruzza un velo d'acqua e poi si bagna per qualche settimana per indurre le radici a scendere in profondità. Si innaffia quando, afferrando le piantine, si avverte una certa resistenza.
Per rivitallizare una pianta trascurata, sostituite due-tre centimetri più superficiali del substrato. oppure cambiare sia il vaso tutto il terriccio. Fate trascorrere alla pianta un periodo di riposo in un luogo protetto e ombreggiato, come per esempio un serra. Spruzzate sulle foglie un concime fogliare, tagliate la pianta all'altezza di u nodo, a inizio primavera, se presenta fusti deboli e allungati oppure foglie distanziate a intervalli irregolari. Tagliare drasticamente al chioma delle felci, collocarle in una posizione luminosa mantenendo umido l'apparato radicale.

0 Comments: