Passa ai contenuti principali

IL SIGNIFICATO DELLE PIANTE

Mi è arrivata via email da Francesca, questa nuova lista di significati dei fiori e delle piante, davvero bella grazie Francesca!

Acacia
Pianta appartenente alla famiglia delle mimosacee originaria dell'America del Sud dove veniva regalata in occasione dei fidanzamenti.L'usanza di regalare mimose per la festa della donna è diffusa solo in Italia e risale al 1946, anno in cui venne scelta a simbolo semplicemente perché fioriva in occasione di questa festa e poteva essere raccolta in ramoscelli da poter appuntare addosso.


Azalea
Appartiene alla famiglia delle ericacee, ha fiori molto vistosi, ma privi di profumo. Simboleggia un'inspiegabile ed improvvisa gioia.


Agrifoglio
Abbondanza, fecondità.

Biancospino
E' un arbusto spinoso diffuso in tutta Italia e utilizzato per siepi ornamentali. Il significato di questo fiore è "speranza" e "buona fortuna". Gli antichi Romani lo utilizzavano per scacciare il malocchio e la sfortuna. Proprio per questo suo significato, era dunque uso nell'antichità adornare le culle dei neonati con piccoli rami fioriti.


Ciclamino
Pianta appartenente alla famiglia delle primulacee, i fiori rappresentano amore senza pretese.


Clematide
Pianta rampicante della famiglia delle ranuncolacee, dai fiori vistosi e colorati. In Inghilterra i suoi fiori sono considerati di buon augurio per chi si mette in viaggio, infatti il suo nome in inglese è "traveller's joy" (gioia del viandante)


Crisantemo
Il Crisantemo, che per noi è il fiore dei morti, in Cina, Giappone e nei paesi anglosassoni è simbolo di gioia, vitalità e pace. In Cina e Giappone viene regalato alle Spose, in Inghilterra in occasione delle nascite. Il crisantemo rosso significa "ti amo", bianco significa "verità".


Edera
Rampicante molto conosciuto.
Regalarne una piantina significa attaccamento verso la persona alla quale viene offerta.


Elleboro
Appartiene alla famiglia delle ranuncolacee e vive in Europa meridionale e in Asia occidentale. La specie più nota è l'elleboro nero, detto anche "rosa di natale".

Felce
E' una pianta antichissima che già esisteva sulla Terra 350 milioni di anni fa.
Simboleggia il mistero.


Fiordaliso
Il fiordaliso, detto anche Centaura o Cyanus, appartiene alla famiglia delle composite e cresce spontaneamente nei campi. Ha fiori azzurri che, secondo una tradizione popolare, distillati producono un'acqua salubre per la vista.Significato: nel linguaggio dei fiori è simbolo di "amicizia sincera".


Fucsia
Appartiene alla famiglia delle enoteracee e fu importata in Europa dall'America del Sud nel 1700, dove riscosse un enorme successo.
I suoi fiori simboleggiano la cordialità.


Garofano
Rosso - ammirazione
Bianco - amore puro


Glicine
Pianta rampicante dai fiori violetti riuniti in grappoli, profumati e dolci (glikis in greco significa proprio "dolce"). E' originaria della Cina dove simboleggia amicizia e disponibilità.


Girasole
E' detto anche Elianto. Appartiene alla famiglia delle composite, durante le ore della giornata il fiore gira vilgendosi al sole, per taluni simboleggia adulazione, per altri riconoscenza verso l'astro che gli permette di vivere.


Ibisco
Pianta dai fiori grandi e colorati, che però sfioriscono in poche ore. A Thaiti le ragazze usano adornarsi i capelli coi fiori di Ibisco, in quanto simbolo di bellezza


Iris
c'è un messaggio per te...


Lilium
Il Lilium è un genere di fiori di cui si conoscono 40 specie. Il più famoso è il "Lilium Candidum" che, nel linguaggio comune è detto GIGLIO o anche giglio di Sant'Antonio, fiore bianco rappresentato insieme a questo Santo in moltissimi dipinti. Sono anche comuni presso le nostre latitudini il Lilium tigrinum, a sfumature rosa, gialle e piccole macchie nere e il lilium regale, bianco con sfumature rosa oppure gialle.
Il LILIUM è originario dell'oriente e simboleggia l'innocenza, la verginità e il candore.


Malva
Erba abbastanza diffusa in Italia e di cui si conoscono diverse specie. Molto usata in fitoterapia come emolliente. Rappresenta la comprensione materna.


Margherita
Pianta appartenente alla famiglia delle compositae. Un'usanza diffusa nel Medio Evo ci tramanda un preciso significato:"ci devo pensare", di qui anche il significato di "abbi pazienza". Nella tradizione cattolica significa "bontà d'animo".


Mirto
Arbusto che cresce lungo le coste del Mediterraneo. Ha origini molto antiche e in Grecia era considerato una pianta sacra a Venere, per cui è diventato simbolo d'amore.


Mughetto
Felicità ritrovata.


Orchidea
E' considerato da secoli un fiore afrodisiaco: elisir d'amore, pozioni magiche e ricette contro la sterilità venivano preparate con le radice o gli steli di Orchidea. Simboleggia dunque sensualità, ma anche lusso , fascino e ricercatezza.


Ortensia
Fiore molto decorativo, ne esistono numerose varietà, quasi tutte create in Giappone. E' simbolo di distacco.


Papavero
Anticamente era il simbolo del sonno. Il dio Morfeo veniva infatti rappresentato con un fascio di papaveri fra le braccia. E' simbolo di oblio, di sonno dei sensi e del cuore.


Potentilla
La Potentilla è una pianta erbacea medicinale simile alla fragola. Cresce sui monti ed in Italia è molto diffusa. Ha fiori bianchi, gialli o rossi, molto decorativi. La pianta è simbolo di protezione e di amore materno, in quanto sembra che le foglie, durante i temporali, riescano a piegarsi in avanti per proteggere i fiori più delicati.


Primula
Viene anche denominata "primavera" perchè è il primo fiore della stagione. E' simbolo di gioventù, spensieratezza, primo amore.


Ranuncolo
Il nome deriva dal latino "piccola rana" ed è dovuto al fatto che questo fiore vive in zone paludose. E' conosciuto anche come "botton d'oro" perché i suoi fiori sono gialli. La tradizione vuole che siano portati, durante la Settimana Santa, sugli altari dedicati alla Madonna. Infatti una leggenda narra che i ranuncoli furono creati da Gesù che, per rendere omaggio a sua Madre, trasformò le stelle in fiori. Il Ranuncolo è simbolo di bellezza malinconica.


Rose
Le rose hanno un significato diverso a seconda del colore.
Rosa arancio - fascino;
rosa bianca - amore puro e spirituale;
rosa color corallo - desiderio;
rosa di Natale - pace, tranquillità;
rosa gialla - gelosia, infedeltà, declino dell'amore;
rosa muschiata - bellezza capricciosa;
rosa rosa - amicizia, affetto;
rosa color rosa scuro - gratitudine;
rosa color rosa pallido - gioia;
rosa color pesca - amore segreto;
rosa rossa - passione d'amore;


Stella Alpina
Il nome scientifico è Leontopodium Alpinum e appartiene alla famiglia delle Compositae. E' simbolo di coraggio per via dello sprezzo del pericolo che talvolta esso richiede per essere raccolto sulle rocce.


Stella di Natale
Buon auspicio, giovinezza, rinnovamento.


Strelizia
Questo fiore, dalla forma curiosa e simile ad un uccello in volo, appartiene alla famiglia delle Musacee e in Inghilterra viene chiamato "Uccello del Paradiso" oppure "lingua di uccello". La varietà più famosa e conosciuta è la Strelizia Regina, creata in onore della regina Carlotta Sofia Mecklemburgh - Strelitz, consorte del Re Giorgio III d'Inghilterra. Per la sua bellezza, il suo carattere decorativo e imponente il fiore è simbolo di nobiltà e maestosità.


Tulipano
Il tulipano è un fiore originario della Turchia. Molto apprezzato nell'antichità da Turchi e Persiani, fu introdotto in Europa nel 1500 e divennero subito di gran moda in Olanda e in Inghilterra. I prezzi aumentarono al punto che solo i più ricchi potevano permetterseli e perciò il governo inglese dovette imporre un prezzo fisso per i bulbi. Il significato del fiore varia a seconda del colore:
ROSSO - dichiarazione d'amore;
SCREZIATO - i tuoi occhi sono splendidi;
GIALLO - amore disperato;


Vischio
Obiettivi raggiunti, superamento difficoltà, vittoria.


Viola del pensiero
Il significato delle viole è molto conosciuto. "Ti penso"

Commenti

Post popolari in questo blog

ANTHURIUM A 360 GRADI

Come pianta da camera, negli ultimi anni l'Anthurium ha subito uno sviluppo profondo, sia in termini di struttura, dimensioni del vaso, durata, che di colore, forma e dimensioni del fiore.
Per questo l'Anthurium da vaso si è sviluppato fino a diventare una pianta adatta a qualsiasi ambiente, da un locale arredato in stile moderno a uno classico, da un ambiente di lavoro a uno domestico.

Consigli per la cura: Molta luce, ma non sole diretto;Temperatura ambiente (non sotto i 17°C);Annaffiare due volte alla settimana (più o meno 250 ml di acqua tiepida);Concimare ogni tre settimane. Importante annaffiare uniformemente e con regolarità (non lasciare mai seccare troppo la pianta, e nemmeno annaffiare troppo)
Non annaffiate troppo (troppa acqua danneggia le radici. Le foglie diventano gialle invece che verdi). Non annaffiare poco (troppo poca acqua frena la crescita e lo sviluppo dei fiori nuovi).


Le macchie marroni sulla foglia dell’Anthurium possono avere diverse cause:
terreno troppo…

CICLAMINO FAQ

Dove sistemare i ciclamini, in casa o sul terrazzo? Quali sono le posizioni da evitare ?Sistemate i ciclamini in un locale luminoso, ma al riparo dal calore.
Il ciclamino in vaso ha bisogno di luce, e va protetto dai raggi solari diretti. Preferisce ambienti freschi. Per prolungarne la fioritura, potrete sistemarlo nel soggiorno, vicino ad una finestra, preferibilmente non orientata a sud e, soprattutto, lontano dai radiatori. Stanze fresche, camere da letto, ingressi o vani delle scale rappresentano spesso ambienti ideali per il ciclamino. Per conservare più a lungo la vostra pianta, potrete anche metterla fuori, di notte, scegliendo un adeguato riparo nelle regioni più fredde. Infine, sulla vostra veranda, il ciclamino si troverà come nella serra dell’orticoltore.
Come va innaffiato il ciclamino ?1) Potrete annaffiare il ciclamino dall’alto, con un innaffiatoio a collo lungo, sul bordo del vaso, evitando di bagnare il bulbo situato al centro della pianta. Basta innaffiarlo …

LA MIGLIORE STAGIONE DELLE ORTENSIE

La stagione ideale per piantare le ortensie è la primavera, quando non vi sia più pericolo di gelate o l’autunno, nei climi più caldi. Evitare comunque di piantare in una giornata particolarmente rigida o di vento freddo. La condizione migliore è quando, dopo la pioggia, il terreno è friabile e umido.
La buca va scavata di dimensione doppia, sia in larghezza che in profondità, della zolla da piantare. Deporre sul fondo dello stallatico ben maturo o del composto. Riempire con la terra dello scavo, alla quale si sarà aggiunto sabbia o composto di foglie, per aiutare la ritenzione dell’acqua. Bagnare abbondantemente. Una buona pacciamatura, attorno alla pianta, aiuterà a mantenere l’umidità desiderata. Controllare, nei giorni successivi, se la pianta dà segni di sete: in quel caso bagnare copiosamente. Se si pianta l’ortensia in mezzo al prato, lasciare un anello di terra nuda attorno al piede del cespuglio, perché le sue radici non soffrano la concorrenza di quelle dell’erba. Man mano ch…